News busta_pec

Pubblicato il maggio 17th, 2013 | da staff

0

Notifiche via PEC: le novità del D.M. 48/2013

Il nuovo D.M. n. 48/2013 prevede che l’avvocato dovrà procedere ad effettuare la notifica in modalità telematica (art. 3-bis della Legge 21 gennaio 1994, n. 53) allegando al messaggio di posta elettronica certificata documenti informatici o copie informatiche, anche per immagine, di documenti analogici privi di elementi attivi e redatti nei formati consentiti dalle specifiche tecniche stabilite ai sensi dell’articolo 34. In questo modo viene riprodotto in maniera fedele quanto già previsto dall’art. 12 del D.M. 44/2011 in merito al formato dei documenti informatici allegati.

Tale procedura, in particolare, deve essere adottata dall’avvocato che provvede alla notificazione delle comparse o delle memorie, ai sensi dell’articolo 170, co. IV c.p.c.

La parte rimasta contumace ha diritto a prendere visione degli atti del procedimento tramite accesso al portale dei servizi telematici e, nei casi previsti, anche tramite il punto di accesso.

Ma la disposizione più importante riguarda l’inserimento nella relazione di notificazione della dichiarazione di conformità all’originale.

In altre parole, la dichiarazione dell’avvocato equivale a quella di un notaio o pubblico ufficiale per cui la copia informatica così ottenuta ha la stessa efficacia probatoria dell’atto originale da cui è stata estratta.

Il D.M. risolve anche il problema della procura alle liti che, attraverso una presunzione di carattere logico, si considera apposta in calce all’atto cui si riferisce quando viene rilasciata su documento informatico separato allegato al messaggio di posta elettronica certificata mediante il quale l’atto viene notificato.

 

Fonte: Altalex

Tags: , , ,


Info Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑