News fax_machine

Pubblicato il settembre 1st, 2014 | da staff

0

Fax commerciali senza preventivo consenso: azienda sanzionata dal Garante

L’invio di comunicazioni promozionali e/o a scopo di lucro senza che il destinatario abbia espresso un libero consenso per iscritto, e senza aver visionato preventivamente idonea informativa, è illegittimo (Corte di Cassazione, Seconda Sezione Civile, sentenza 10-24 giugno 2014, n. 14326).

La Corte Suprema, nel caso di specie, non fa altro che dare applicazione al già chiaro disposto normativo contenuto nel D. Lgs 196/2003, ove all’art. 130 prevede: “L’uso di sistemi automatizzati di chiamata senza l’intervento di un operatore per l’invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale e’ consentito con il consenso dell’interessato. La disposizione di cui al comma 1 si applica anche alle comunicazioni elettroniche, effettuate per le finalita’ ivi indicate, mediante posta elettronica, telefax, messaggi del tipo Mms (Multimedia Messaging Service) Sms (Short Message Service) o di altro tipo.”

La Cassazione ribadisce pertanto il generale principio accolto nel nostro ordinamento del cosiddetto “Opt-In”, ovvero l’invio di comunicazioni di carattere pubblicitario e/o commerciale soltanto a quei soggetti che abbiano preventivamente manifestato il proprio consenso a riceverle.

Si rammenta che il trattamento illecito di dati personali, ex art. 167 del D.Lgs 196/2003, riveste anche profili di natura penale, e può comportare la reclusione da 3 mesi a 6 anni.

Dott. Alberto Nicolai

Tags: , , , , ,


Info Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑