Famiglia news_flash_avvocati

Pubblicato il novembre 28th, 2014 | da staff

0

Risarcibilità degli esborsi del convivente non proprietario quando cessa la coabitazione

Il Tribunale di Brindisi, intervenendo sul sempre più frequente caso della richiesta di corresponsione del denaro investito dal convivente non proprietario sull’immobile adibito a casa familiare, ha statuito che il venir meno della coabitazione giustifica la restituzione di quell’attribuzione qualora si tratti di spese straordinarie, superiori alle condizioni economiche di chi le effettua o al tenore di vita familiare.

Il Tribunale ha specificato che tali attribuzioni patrimoniali non possono considerarsi giustificate dall’adempimento degli obblighi morali di convivenza.


Info Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑