Informatica news_flash_avvocati

Pubblicato il aprile 3rd, 2015 | da staff

0

Validità della P.E.C. correttamente inoltrata ma mai ricevuta dal destinatario.

La Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata (sent. n. 9892/15) sulla validità ed efficacia della comunicazione di atti/avvisi via posta elettronica certificata da parte della Cancelleria, nel caso di mancata ricezione del destinatario per malfunzionamento del servizio internet del suo studio legale.

La Corte ha escluso che i problemi contingenti della linea internet del destinatario comportino l’invalidità della comunicazione via P.E.C. correttamente effettuata dalla Cancelleria.

Invero, il legale, potenziale destinatario di comunicazioni via P.E.C., ha l’onere di vigilare sulla perfetta funzionalità dei propri mezzi di lavoro, pertanto se per sua negligenza non riceve un messaggio inviatogli correttamente via P.E.C. non potrà legittimamente invocarne l’invalidità.


Info Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑