News Flash news_flash_avvocati

Pubblicato il maggio 1st, 2015 | da staff

0

Responsabilità del custode per insidia stradale.

La Suprema Corte di Cassazione con decisione n. 1896/2015 è intervenuta in merito alla ripartizione dell’onere della prova in tema di responsabilità oggettiva da insidia stradale, confermando l’orientamento del filone giurisprudenziale per cui il danneggiato è esente solo dalla prova dell’elemento soggettivo della colpa del custode, ma non anche del nesso di causa.

Nell’ambito della fattispecie di cui all’art. 2051 c.c., pertanto, incombe sul danneggiato in via prioritaria la prova del nesso di causalità tra l’evento dannoso lamentato e la cosa in custodia, solo successivamente incombe sul custode l’onere della prova del caso fortuito – e quindi di un fattore estraneo alla sua sfera soggettiva idoneo ad interrompere il nesso di causalità tra la cosa e l’evento lesivo.


Info Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑